leftovers

The Leftovers: la serie per chi ha nostalgia di LOST

Contenuto dell'articolo

Sul canale Hbo è iniziata la programmazione di una serie tv molto attesa e dal carattere sicuramente speciale. Stiamo parlando di “The Leftovers”, serie fantascientifica che segna il ritorno di Damon Lindelof , ovvero del guru di una delle serie più amate e seguite di tutti i tempi:“Lost”. La serie è tratta dall’omonimo romanzo di Tom Perrotta, intitolato Svaniti nel Nulla, amato moltissimo da Stephen King e divenuto un best seller negli Stati Uniti d’America. La narrazione inizia con il rapimento di un gruppo di persone che ha punti di contatto con premonizioni di stampo biblico. Gli autori hanno già messo le mani avanti, spiegando al pubblico che questa produzione non sarà il nuovo Lost, ma qualcosa di completamente diverso.

La trama di The Leftovers

Vogliamo crederci? Sicuramente le vicende seguono una base comune, ovvero l’accomunamento di più persone che non si conoscono fra di loro con uno scopo che neanche loro sanno bene quale sia! Che confusione, la sceneggiatura grandiosa di uno showrunner del calibro di Lindelof non può lasciarci a bocca asciutta, per cui c’è massima attesa sulla qualità e sulla bontà di The LeftLovers. Sicuramente il fatto che le vicende non rievochino Lost si basa sul fatto che la serie non segue quelli che sono svaniti nel nulla, ma chi è rimasto, per appunto i leftlovers, gli amanti e le persone che vogliono bene alle persone scomparse. Tutto ruota attorno ad una comunità sconvolta, in quanto non sa darsi una ragione di cosa sia avvenuto e di quali potranno essere le conseguenze. La fede inizia infatti a vacillare, dando vita alla nascita di sette e di gruppi religiosi di dubbia moralità. Al contempo le tensioni, i rapporti personali e le situazioni sociali diventano ingestibili e fanno riaffiorare fiumi di odi sopiti.

Un cast stellare

The Leftlovers accomuna un cast stellare, in quanto gli attori sono volti noti a chi ama le serie tv di grande qualità. Justin Theroux , attore in Mulholland Drive e strepitoso protagonista dell’irriverente Six Feet Under interpreta il capo della polizia Kevin Garvey, il quale opera in continuo bilico fra i problemi della comunità e le reazioni della sua famiglia. Il reverendo Matt è interpretato da Christopher Eccleston e rappresenta la figura che sceglie di preferire la via della fede e di non smettere mai di credere su un’unica causa nella sparizione delle persone. Nel cast è presente anche la bella Liv Tyler, figlia del cantante degli Aerosmith e stimata attrice.

Il flash mob di Torino

Non c’è che dire, un bel cast al servizio di una storia molto interessante. I richiami religiosi si mescolano infatti con una vita terrena fatta di gesti, di sensazioni e di paure che interessano non solo la paura che l’apocalisse stia arrivando, ma che mettono in discussione sentimenti come la solitudine e la difficoltà di vivere la vita di ogni giorno senza il supporto di chi ci ama e di chi, a nostra volta amiamo. Interessantissimo il flash mob che Sky ha organizzato per pubblicizzare la serie. Il giorno 12 luglio 2014 è apparsa nelle vie di Torino l’inquietante setta dei C.S. “Colpevoli Sopravvissuti” della serie, composta da otto uomini e da otto donne completamente vestiti di bianco. Fedeli alla decisione di non parlare e di esprimersi attraverso cartelli con le frasi “ASPETTA E VEDRAI”, “SIAMO ANCORA QUI” e “SENZA PAROLE”, proprio come fanno i c.s. nella serie HBO con la frase “Don’t waste your breath” (non sprecate il vostro fiato), i fautori del flash mob hanno dato vita ad un esperimento pubblicitario molto interessante, sicuramente perfetto per veicolare i messaggi di inquietudine e di insicurezza che determinano questa speciale serie tv.

Leggi anche

Gomorra 3: ecco quando inizierà ufficialmente la terza stagione

Contenuto dell'articolo 1 Gomorra 3: gli italiani e le serie tv sulla mafia1.1 Anticipazioni e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.