Serie tv: Omicidi tra i fiordi

La Svezia, terra nota per la sua ricca produzione di libri gialli, offre una serie tv molto interessante, dal titolo evocativo dei paesaggi protagonisti. Si tratta di ‘Omicidi tra i Fiordi‘, serie tratta dai romanzi della famosissima scrittrice Camilla Lackberg e trasmessi in Italia da La F, canale televisivo delle librerie Feltrinelli.

La trama della serie

Patrik Hedstrom e la scrittrice Erica Falck, compagni di vita, sono i protagonisti di questa serie tv, ambientata nel paesino marittimo di Fjällbacka dove anche la scrittrice stessa è nata. Le vicende si snodano quindi in un borgo molto piccolo, dove tutti gli abitanti si conoscono e dove i segreti da portare alla luce sono ogni giorno diversi. Fjällbacka è una località svedese molto nota e famosa perché la grande Ingrid Bergman vi trascorreva ogni anno le vacanze estive. La serie tv inizia con Erica e Patrick già sposati e genitori di una piccola bambina, Maja, e di due gemelli. Fanno parte della famiglia la sorella di Erica, Anna, vittima per anni delle violenze del marito e desiderosa di rifarsi una nuova vita con i figli e con il nuovo compagno Dan. Anche la suocera di Erica, Kristina, è un personaggio chiave della serie. Suscettibile, impicciona e sempre pronta a criticare, Kristina si catapulta a casa di Erica e Patrick con qualsiasi pretesto e vi rimane per alcuni giorni. La sua presenza dona colore alla serie tv e aiuta a collegare il presente di Fjällbacka con il suo passato. Una delle caratteristiche dei romanzi gialli di Camilla Lackberg risiede, infatti, nei collegamenti storici tra epoche diverse. La storia e gli avvenimenti di Fjällbacka si intrecciano in un susseguirsi di salti temporali, resi molto avvincenti nella serie televisiva. La risoluzione dei casi spesso attinge nel passato, in quanto il piccolo borgo fa risalire a galla emozioni, vendette e gelosie che sembravano essere sopite da tempo.

Il presente di Erica e Patrick è scandito dal lavoro in polizia di lui e dalla professione di crime teller di lei, ovvero di scrittrice di libri sui casi di cronaca nera moderna. L’operato di Patrick in centrale è contraddistinto dalla sua grande tenacia e intelligenza, doti che forse risaltano troppo poco nella serie tv rispetto ai libri. Per sua indole Erica è curiosa e molto attiva e non sa resistere al desiderio di scoprire i colpevoli di un delitto o di un crimine, aiutando sempre suo marito nelle indagini. Molte volte le indagini coinvolgono familiari o amici di Erica, per cui la risoluzione del caso diventa ancor più avvincente e personale.

Una serie tv raffinata, per pochi

Omicidi tra i Fiordi è una serie tv molto raffinata. Forse a prima vista può sembrare leggermente lenta, in quanto non offre né colpi di scena eclatanti, né tanto meno effetti speciali da serie americana. La bellezza e la poesia di questa serie devono essere ricercati in una fotografia dettagliata e deliziosamente anticata, la quale mette in risalto i paesaggi svedesi con grazia. Le trame e la sceneggiatura attingono alla tradizione nordica, molto leggera, lenta e contraddistinta da dialoghi misurati. Non sentirete parolacce nella serie tv Omicidi tra i Fiordi, né tanto meno assisterete a sparatorie mozzafiato. Potrete però godere di paesaggi meravigliosi, di storie semplici ma efficaci e di trame decisamente intelligenti, rivolte al passato allo scopo di aiutare lo spettatore a comprendere il suo difficile presente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *