Gotham, la serie tv senza Batman

Gotham è una serie tv molto speciale. Se apparentemente si potrebbe dire un bel “basta, non ne possiamo più di Batman e di supereroi!”, nella realtà questa serie tratta l’argomento in modo molto alternativo e Batman non c’è.

Una serie tv senza Batman?

Prodotta dalla Fox con la supervisione dello showrunner Bruno Heller, Gotham racconta la genesi, la nascita, il passato dei difensori della legge e dei cattivi che popolano Gotham City. Si tratta quindi di un prequel, ovvero di una serie che racconta le avventure cronologicamente antecedenti alla nascita di un personaggio o di un gruppo di persone. Da una parte in questa serie tv si può comprendere la carriera dell’ispettore Gordon, alle prese con l’omicidio dei genitori di Bruce Waine, il suo primo caso importante. I fatti si svolgono, infatti, in una Gotham City del passato, quando i migliori detective del Dipartimento della Polizia di Gotham City vengono chiamati per risolvere il caso del massacro di una coppia, Thomas e Martha Wayne.

Il dipartimento è guidato dal Capitano Sarah Essex e il giovane commissario Gordon viene ingaggiato assieme al nuovo partner lavorativo Bullock per risolvere il controverso caso. Al contempo il piccolo rampollo della famiglia Wayne, rimasto orfano, viene affidato alle cure del maggiordomo Alfred. Una genesi a tutti gli effetti, che porta il commissario Gordon ad entare in contatto con quelli che saranno i futuri pericolosissimi criminali che popoleranno Gotham City.

Il giovane Gordon e i suoi primi casi

Gordon conoscerà in questa serie diversi boss della mafia e delle gang che si dividono il controllo della città, tra i quali spicca Fish Mooney, Selina Kyle, la futura Catwoman e Oswald Cobblepot, il futuro pinguino. E’ molto interessante capire la genesi del personaggio cattivo forse più ‘storico’ dell’uomo pipistrello, il Joker. In questa serie ci saranno più Joker, ognuno di essi portatore di una caratteristica del folle nemico. Quale sarà il Joker del futuro?

Lo scopriremo guardano questa bella serie, molto cupa e dark e per niente scontata. Ecco quindi che la genesi del capitano Gordon si affianca al passato dei ‘villain’ che popolano le avventure del Batman che noi tutti conosciamo. Il giovane commissario Gordon è interpretato da un bravo e credibile Ben McKenzie, mentre gli attori della serie saranno riconoscibili a chi ama le serie tv statunitensi. Le avventure di Batman sono forse la base più usata nella produzione di cartoni animate, serie tv, film d’azione e di animazione. Il personaggio appartiene all’immaginario collettivo e ogni essere umano lo conosce! Questa produzione tratta però l’argomento da un lato alternativo, un’operazione che nessuno aveva mai fatto finora. Catwoman o film dedicati a i personaggi collaterali sono stati presentati nel passato, ma mai nessuno aveva toccato il personaggio dell’ispettore Gordon, per lo più incentrando le sue azioni nel passato, negli esordi della sua carriera. Un punto di vista speciale, che spiega tante cose e che può gettare una luce diversa anche sui cattivi che Batman fronteggia nelle sue avventure. Questa serie tv è, in definitiva, un prequel molto intelligente e ben fatto, dedicato non solo ai tanti fan dell’uomo pipistrello, ma anche alle persone che non lo conoscono o che vogliono approfondire l’argomento per puro svago e divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *